Pubblicato il: 13 novembre 2018 alle 6:37 am

METEO MATTINA: TORNA L’INCUBO DELLA NEBBIA. Ma crolla tutto nel fine settimana. Ecco perché

meteo mattina nebbia 13112018

L’alta pressione si rinforza. Meteo stabile ma con NEBBIE E INQUINAMENTO alle stelle. Ma c’è una data di fine. Vediamo. 

Di Redazione




Da sempre la pianura padana è la meta preferita dalla nebbia e dall’inquinamento atmosferico. Soprattutto d’inverno le alte pressioni creano seri problemi alla qualità dell’aria e proprio nei periodi più freddi, ad aggravare la situazione, dobbiamo fare i conti anche con le nebbie le quali , come sta accadendo in queste ore, creano enormi disagi alla circolazione stradale. Fra le zone attualmente interessate, segnaliamo alcuni tratti autostradali dell’A1 fra Reggio Emilia e Modena. Ancora sull’A1 fra Bologna e Modena. Nebbia in banchi anche su quella del Brennero fra nelle zone del carpigiano. Ma la nebbia riduce la visibilità anche in parecchie zone di periferia sempre del reggiano, modenese, bolognese, ferrarese e in alcuni tratti interni della Romagna come il ravennate e fra Cesena e Forlì. Altrove abbiamo ampie schiarite.

Situazione ed evoluzione

Ora la pressione tende ulteriormente a salire ma la sua posizione un po’ defilata verso nord est, continuerà a favorire deboli infiltrazioni d’aria umida. Risultato? Poche speranza di avere delle belle giornate di sole, soprattutto da mercoledì in quanto, se non ci saranno eventualmente le nubi, ci penserà la nebbia a disturbare il meteo in quanto non solo ridurrà sensibilmente la visibilità di notte e in prima mattina, ma sollevandosi potrà formare quell’antipatico e persistente tappeto di nubi basse. Tempo grigio in pianura dunque e maggiori schiarite invece sui monti. La situazione potrebbe ulteriormente aggravarsi fra domani e giovedì quando sulle zone pianeggianti avremo ancora nubi basse e clima molto umido e  fresco, mentre sui monti si registreranno maggiori schiarite e clima parzialmente più mite. Ma all’orizzonte pare ci siano importanti novità Amici. Vediamo quali sono.

Confermato il previsto cambiamento. 

Anche questa mattina giungono ulteriori conferme circa un probabile cambio della circolazione generale. L’alta pressione potrebbe spingersi verso nord ad iniziare dalla giornata di venerdì quando cominceranno ad affluire sull’Italia, correnti decisamente diverse da quelle che soffiano in questi giorni. Sul bordo orientale dell’alta pressione scenderanno venti freddi che dovrebbero entrare ad iniziare dal nord Italia per poi propagarsi nei giorni successivi anche sul resto del Bel Paese. Lo scenario meteo-climatico cambierebbe drasticamente con temperature che già nel corso del fine settimana potrebbero accusare una sonora batosta scendendo anche di 8-10 e con il rischio delle prime gelate notturne sulle pianure del nord. Rimane ancora in fase di studio quella che potrà essere l’evoluzione dal punto di vista meteo in quanto ben sappiamo come l’aria fredda sia un elemento fortemente insidioso ed imprevedibile. Per ora l’unica conferma arriva dal punto di vista delle temperature che subiranno un avvia e generale diminuzione riportandosi su valori decisamente più consoni al periodo.

Articoli in Primo Piano

FORTE VENTO A ROMA: ALBERO CADE IN DIRETTA – VIDEO

MALTEMPO: ecco quando si ATTENUERA’ e come evolverà la situazione.

EMERGENZA MALTEMPO: Emilia SOTTO ATTACCO. Ecco le zone colpite

METEO VIDEO: BUFERA di vento in Appennino. San Dalmazio di Serramazzoni MO




Commenta per primo on "METEO MATTINA: TORNA L’INCUBO DELLA NEBBIA. Ma crolla tutto nel fine settimana. Ecco perché"

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.


*