Ultime News

Pubblicato il: 16 Gennaio 2019 alle 12:24 pm

METEO: L’INVERNO si farà crudo. In arrivo maltempo e NEVE anche in pianura? Vediamo

Meteo in peggioramento: arriva l’attesa perturbazione. Ma attenzione da domenica in poi. Ecco perché

A cura di Stefano Ghetti

Ci sono importanti manovre amici sullo scacchiere europeo. Inutile entrare in dettagli troppo consoni agli addetti al lavoro in quanto il nostro compito primario è quello di informarvi sul tempo che farà e non solo quello di fare “scuola” di meteorologia. Detto questo, abbiamo appena scritto che ci sono movimenti importanti su scala generale e questo, tradotto in soldoni, vuol dire che avremo un tipo di tempo assai dinamico e non certo stabile e tranquillo come in questi ultimi giorni.

Partiamo dalla attesa perturbazione che raggiungerà l’Italia già da questa sera, la quale interesserà la nostra Regione a partire soprattutto da giovedì. Questa sera e la prossima notte potrà cadere qualche pioggia sui settori montani dell’ovest Emilia con possibili spruzzate di neve solo a quote alte. Giovedì le correnti ruotano temporaneamente da sud ovest con l’Appennino che riparerà parzialmente la fascia mediana di pianura e gran parte dei settori centro meridionali della Romagna. Tempo più chiuso con qualche piovasco sul resto della Regione e nevicate in Appennino sopra i 1200-1300 metri.

Venerdì il meteo è destinato a peggiorare ulteriormente. Piogge interesseranno dapprima l’Emilia centrale ed il ferrarese poi col passare delle ore anche il resto della Regione. Verso sera comincerà ad affluire aria più fredda che provocherà un calo della quota neve la quale, nella prima parte della mattinata di sabato, potrà scendere fino a 600-700 metri o localmente più in basso. Nel corso del sabato il meteo andrà parzialmente migliorando in attesa di un nuovo peggioramento che potrà attivarsi fra il pomeriggio e la sera di domenica.

Il nuovo peggioramento potrebbe aprire la strada ad una fase piuttosto cruda dal punto di vista invernale con possibili nevicate anche a quote molto basse se non addirittura in pianura. Siamo tuttavia ancora nell’ambito delle ipotesi Amici, dunque meglio aspettare gli ulteriori aggiornamenti futuri da parte dei centri di calcolo meteo.