Ultime News

Pubblicato il: 18 Gennaio 2019 alle 8:41 pm

METEO: BOMBA di NEVE sull’Emilia? Occhi puntati alla prossima settimana

meteo

Meteo: il centro di calcolo meteo americano calca la mano per la prossima settimana. 

A cura di Stefano Ghetti

I meteo appassionati e gli amanti della neve farebbero carte false per avere una situazione simile a quella paventata questa sera dal centro di calcolo americano. A dir il vero, pare sia abbastanza d’accordo anche quello europeo e questo è un segnale importante. Tuttavia, prima di descrivere la situazione prevista per i giorni in oggetto, va subito precisato che siamo ancora a 5 giorni dall’evento e, come spesso avviene, potranno esserci ancora aggiustamenti sul fronte previsionale. Ma cosa potrebbe accadere dunque fra le giornate di mercoledì 23 e giovedì 24 Gennaio? Vediamo.

Abbiamo detto che l’analisi di questa sera si basa sul centro di calcolo meteo americano. Ebbene, quest’ultimo, vedrebbe il nostro Paese sotto la negativa influenza di un freddo vortice di bassa pressione che provocherebbe una forte fase di maltempo di stampo severamente invernale. Già su mercoledì gran parte della pianura Padana potrebbe essere imbiancata da nevicate sparse che coinvolgerebbero anche molte aree dell’Emilia specie quella occidentale. In questo contesto però, i fenomeni potrebbero risultare discontinui e di debole moderata intensità senza accumuli particolarmente importanti in pianura.

Giovedì invece, la neve potrebbe cadere davvero copiosa su tutta l’Emilia in particolare da Modena verso Reggio Emilia, Parma e Piacenza. A differenza di mercoledì, si potrebbero avere anche importanti accumuli al suolo sulle zone pianeggianti. La mappa allegata mette in evidenza come la parte più attiva delle precipitazione sia distribuita proprio sull’Emilia. Per maggior chiarezza, le righine bianche che vedete sulla mappa, indicano le zone interessate dalla neve.

La situazione meteo potrebbe poi migliorare da venerdì quando continuerà comunque ad affluire aria fredda che manterrà temperature piuttosto rigide specialmente di notte quando, le possibili future schiarite unite agli eventuali accumuli di neve al suolo, potrebbero far letteralmente crollare le temperature di parecchi gradi sotto lo zero. Insomma, una fase invernale davvero pesante si prospetta all’orizzonte. Attendiamo conferme.