Ultime News

Pubblicato il: 7 Febbraio 2019 alle 6:36 am

PRIMAVERA? Solo un ASSAGGIO. Pronta una nuova sventagliata GELIDA

Situazione Generale

Stiamo vivendo una fase climatica quasi primaverile sull’Emilia Romagna. La classica parentesi caratterizzata da temperature miti di giorno con clima davvero gradevole, mentre di notte i termometri scendono drasticamente come volessero ricordarci che siamo anche ai primi del mese di Febbraio dunque in inverno. Nei prossimi giorni, questa assaggio di Primavera, sarà destinato a lasciar spazio ad un ritorno a temperature più consone al periodo. Vediamo perché.

Fino a Domenica poche novità

Fra oggi e domani ma anche per gran parte del fine settimana, continueremo ad avere un tipo di clima molto simile a queste ultime 24-48 ore anche se ci saranno alcune differenze nei valori diurni con qualche lieve diminuzione dovuta alla maggior presenza di nubi. Oggi, ad esempio, transita la coda di una debole perturbazione che manterrà spesso il cielo velato riducendo in parte il riscaldamento solare.



Lunedì transita un perturbazione. Giù le temperature massime

Fra domenica sera e la prima parte di lunedì, è atteso il transito di una veloce perturbazione che porterà un po’ di pioggia anche in Emilia Romagna. Il brutto tempo, seppur assai veloce, manterrà un tipo di tempo incerto per gran parte della giornata di lunedì. In questo frangente si registrerà una prima evidente diminuzione delle temperature massime. Viceversa si avrà un aumento nei valori notturni a causa della maggior presenza di nubi.

Nuova irruzione d’aria gelida

Dopo il veloce passaggio della perturbazione prima citata, le correnti si orienteranno dai quadranti nord orientali. Un’area di alta pressione infatti, a ovest dell’Italia, punterà verso il nord Europa provocando appunto la discesa di aria piuttosto fredda verso l’Italia. I venti gelidi nord orientali verranno così ad interessare anche l’Emilia Romagna riportando le temperature su valori nuovamente di stampo invernale specie di notte quando torneremo a registrare valori di parecchio sotto lo zero con gelo diffuso.

Stefano Ghetti