Ultime News

Pubblicato il: 8 Febbraio 2019 alle 6:34 am

METEO: fase primaverile in ESAURIMENTO. Pioggia all’orizzonte. Poi FREDDO

Situazione Generale

Generosamente l’alta pressione delle Azzorre ci sta garantisce ancora un meteo nel complesso stabile e soprattutto un clima assai gradevole nelle ore centrali del giorno e nel primo pomeriggio. Tuttavia all’orizzonte si intravedono già i primi segnali di un cambiamento che ci proietterà verso una nuova fase di stampo invernale. Vediamo nel dettaglio cosa ci aspetta per i prossimi giorni.

Oggi la situazione meteo non farà registrare cambiamenti di nota. Ci attende dunque un venerdì all’insegna del tempo tranquillo a parte qualche velatura sparsa. Anche dal punto di vista climatico non ci saranno particolari scossoni. Insomma, una giornata tutto sommato più che discreta.

Sabato con nubi in più ad ovest

A conferma che qualcosa va cambiando, ecco che su Sabato cominceremo a vedere una maggior nuvolosità sui settori ovest dell’Emilia dove nel corso della giornata non è nemmeno da escludersi qualche debole fenomeno a ridosso dei monti specie al confine con l’Appennino ligure e toscano. Altrove avremo un po’ di variabilità ma in un contesto tranquillo ed ancora mite durante il giorno.



Domenica peggiora

La situazione meteo invece, comincerà a peggiorare più seriamente nel corso della Domenica specialmente sull’ovest Emilia dove in mattinata potrà cadere qualche debole piovasco. Peggiora anche sul resto dell Regione fra il tardo pomeriggio, la sera e la notte successiva quando rapidamente le piogge si sposteranno da ovest verso est. nevicate in Appennino saranno possibili solo a quote interno ai 1300-1400 metri.

Primavera STOP: torna il freddo

Dopo un lunedì incerto al mattino, il peggioramento si sposterà verso sud. Il meteo migliorerà ma fra Martedì e Mercoledì, cominceranno a soffiare freddi venti dai quadranti nord orientali che ci proietteranno all’interno di una nuova fase di stampo sicuramente più invernale con temperature in generale flessione più avvertibile nei valori notturni. Torneranno dunque le temperature sotto lo zero e le gelate.

Stefano Ghetti