Ultime News

Pubblicato il: 1 Aprile 2019 alle 4:31 pm

CRONACA DIRETTA: genesi del FORTE PEGGIORAMENTO. Ecco dov’è il FREDDO VORTICE

CRONACA DIRETTA: genesi del FORTE PEGGIORAMENTO. Ecco dov'è il FREDDO VORTICE

L’immagina dal Satellite. 

Stiamo seguendo da qualche giorno l’evoluzione dell’ormai imminente previsto forte peggioramento. In questo ore, nello specifico, stiamo notando dall’immagine Meteosat, la formazione di un vortice freddo, quale genesi del cambiamento del tempo che interesserà l’Italia a partire già dalla tarda giornata di domani, Martedì 2 Aprile.

In alto a sinistra della telefoto satellitare, notiamo  il vortice in formazione contornato da quelle piccole macchioline bianche, classico sintomo della presenza di aria molto fredda. La sua spinta verso sud, sta richiamando deboli correnti meridionali in seno alle quali notiamo altresì quelle nubi non particolarmente importanti che stanno già interessando in modo sparso i settori tirrenici e in modo più deciso la Sicilia e il sud della Sardegna

Anche se non ben visibili dall’immagine satellitare, sono comunque presenti le prime velature  su molte aree del Centro e del Nord Italia. Altre nubi più dense risalgono dal Nord Africa. Quest’ultime seguiranno lo stesso percorso ed interesseranno gran parte del nostro Paese nella giornata di domani. 

Nubi non solo in Italia

Un altro segnale che la circolazione atmosferica, su scala generale, comincia a modificarsi, lo notiamo da altra nuvolosità attualmente presente sulla Penisola iberica, la quale, farà proprio da spartiacque fra l’aria gelida in discesa dal vortice freddo e quella molto più calda da Scirocco in risalita dal nord Africa e diretta verso l’Italia.




La pressione cala

Nelle prossime ore, è previsto inoltre un graduale calo della pressione sull’area tirrenica che si attiverà in particolare nel corso della giornata di martedì. Questo indebolimento dell’alta pressione potrà favorire lo sviluppo di nubi più minacciose che daranno luogo alle prime piogge sulla Sicilia. 

Non vogliamo dilungarci troppo in ambito previsionale, in quanto, abbiamo già descritto nel dettaglio quanto accadrà in altri editoriali. Per ulteriori dettagli, vi consigliamo di leggere il nostro ultimo articolo di previsioni.

Stefano Ghetti