Ultime News

Pubblicato il: 1 Luglio 2019 alle 5:58 am

Meteo: la SETTIMANA in pillole. Temporali, Grandine, poi Nuova Fiammata Africana. Le previsioni


Italia divisa in due per gran parte della settimana fra Temporali, Grandine e l’arrivo di una nuova Fiammata Africana. Vediamo le Previsioni in Pillole


Ci attende una settimana un po’ più movimentata rispetto a questi ultimi giorni di grande caldo e quasi totale stabilità atmosferica. I temporali che hanno cominciato ad interessare alcuni tratti dei rilievi alpini, sono il segnale che l’alta pressione non gode più di una forma prefetta.

Nel corso di questa nuova settimana infatti, l’alta pressione sub tropicale perderà un po’ del suo smalto soprattutto sulle Regioni del Nord e solo marginalmente su quelle del Centro. 


Già da Lunedì 1 Luglio, una maggiore ingerenza dei temporali sarà ben evidente su gran parte dell’Arco alpino, sulle prealpi e verso il tardo pomeriggio e la sera anche su alcuni tratti di pianura del Piemonte e della Lombardia. 

Nel corso della settimana, soprattutto tra Martedì 2 e Giovedì 4 Luglio, una fase temporalesca più decisa continuerà a colpire il Nord, dapprima i monti ma anche alcuni tratti della Pianura Padana come l’est del Piemonte, le pianure lombarde, zona laghi, settori pianeggianti dell’Emilia e a seguire anche le pianure del Veneto. Coinvolta fra Mercoledì e Giovedì anche parte della dorsale appenninica centro settentrionale e solo localmente quella meridionale.

Attenzione all’intensità dei fenomeni, i quali, visto il forte calore accumulato in questi giorni di grande caldo, potranno assumere carattere violento con forti raffiche di vento, nubifragi ed intense grandinate.


Questa situazione comincerà a smorzarsi probabilmente da Venerdì 5 Luglio quando, almeno secondo il centro di calcolo europeo, l’alta pressione nord africana potrebbe ritrovare nuova linfa per riproporre sull’Italia una nuova fiammata africana. Torna la quasi totale stabilità atmosferica ed ovviamente un generale rialzo del quadro termico con caldo in accentuazione.

Di diverso avviso invece è il centro di calcolo americano che vedrebbe un’alta pressione in rinforzo solo sulle due isole maggiori, al Sud e sui versanti tirrenici. Il Nord e parte dell’area adriatica del Centro, invece, ancora interessati da correnti meno calde e più instabili con il rischio di temporali

Metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti