Ultime News

Pubblicato il: 2 Marzo 2019 alle 7:34 pm

Meteo: L’Atlantico SI AFFACCIA all’Italia. Ma le grandi PIOGGE sono ancora lontane

Situazione generale

Comincia a diventare davvero preoccupante questo infinito dominio delle alte pressioni nord africane, le quali, non solo avvolgono l’area mediterranea ma anche gran parte dell’Europa centro settentrionale. Sul nostro Paese e anche sulla nostra Regione, mancano le grandi piogge e le temperature, per altro, continuano a rimanere di parecchi gradi sopra la media.  Insomma, stiamo vivendo una fase meteo climatica fortemente anomala la quale si fa sentire bene anche sull’Emilia Romagna.

Il flusso atlantico si fa avanti

Nel prossimo futuro, l’unico cambiamento che si nota, è una maggior presenza delle correnti atlantiche le quali, seppur con discontinuità, porteranno qualche nota d’instabilità sul nostro Paese limitate soprattutto al Nord e sui versanti tirrenici.

Un primo segnale che l’alta pressione perderà un po’ del suo smalto a spese dell’Atlantico, lo noteremo già Lunedì quando, una debole perturbazione, colpirà alcune aree del Nord Ovest. Piogge infatti potranno bagnare già dalla mattina di Lunedì la Liguria, le aree orientali del Piemonte e la Lombardia con anche qualche spruzzata di neve a quote medio alte.

Nel corso della giornata, altre piogge arriveranno anche sul Nord Est in particolare sulle zone più settentrionali della pianura padana e sui settori prealpini. Neve intorno ai 1100-1200 metri di quota. Sul resto del Nord e sull’Emilia Romagna avremo cieli nuvolosi ma senza piogge.



Uno sguardo ai prossimi giorni

Da martedì invece, ecco che il tempo torna tranquillo anche se i venti rimarranno orientati da ovest/sud ovest per effetto di un vortice di bassa pressione in avvicinamento all’ovest della Francia il quale, fra Giovedì e Venerdì, si sposterà verso l’Italia provocando un nuovo moderato peggioramento che interesserà dapprima il Nord ed in seguito molte zone dell’area tirrenica. In questo frangente, qualche pioggia, potrà bagnare anche i settori dell’Emilia in particolare l’area appenninica più occidentale.

Sul finire della settimana, l’Italia continuerà ad essere interessata dalle correnti atlantiche e da un tipo di tempo però solo moderatamente variabile, con ancora una chiara invadenza del flusso anticiclonico nord africano specialmente al Sud e sulla regioni Centrali.

Stefano Ghetti