Ultime News

Pubblicato il: 31 Maggio 2019 alle 12:28 pm

Meteo: sul fronte CALDO, si inizierà a SOFFRIRE. Dal 6 Giugno, improvvisa FIAMMATA dal nord Africa. Le conseguenze


Caldo: in tanti lo acclamavano

Tanto acclamato e tanto voluto, ecco che il caldo bel tempo sta cominciando gradualmente a conquistare molte regioni del nostro Paese. In queste ultime 48 ore, il Meteo ha infatti mostrato seri segnali di miglioramento e le temperature ne hanno subito approfittato per salire su valori decisamente più adeguati al periodo. 

Nei prossimi giorni, l’Anticiclone delle Azzorre, regalerà una sorta di Estate all’italiana su gran parte del Paese specie al Nord, sulla Toscana e sulle due Isole Maggiori. 

Continuerà a fare i capricci il tempo  sul resto delle regioni del Centro e del Sud dove saranno spesso all’ordine del giorno i temporali e dove, ovviamente, avremo un clima più fresco

Volgendo lo sguardo a prua, ecco che si intravedono segnali di un possibile arrivo del grande caldo, quello africano per intenderci e con il quale si inizierà ovviamente a soffrire. Vediamo più nel dettaglio. 


Ecco cosa cambia dal 6 giugno

Dopo alcuni giorni con un Paese praticamente diviso in due dal punto di vista Meteo, ecco che intorno al 6 di Giugno, l’Anticiclone delle Azzorre verrà isolato in pieno atlantico da una depressione in discesa dal Regno Unito e diretta verso il nord della Spagna. 

In risposta, si attiveranno correnti d’aria molto calda in risalita dal Sahara in direzione dell’Italia. L’Anticiclone africano si preparerà così a sferrare il primo serio attacco al nostro Paese, il quale, subirà i sui bollenti effetti fra il 7 e l’8 di Giugno quando verrà colpito da un’improvvisa fiammata dal nord Africa.

Vediamo più nel dettaglio, sul fronte caldo, quali saranno le sue conseguenze e le aree maggiormente colpite. 


Dove farà più caldo

Ad essere maggiormente coinvolti da questa prima seria ondata di caldo, saranno soprattutto i versanti tirrenici e dunque la Sicilia, la Sardegna ed alcuni tratti del medio e basso Tirreno. Sulle zone interne delle due Isole Maggiori, si potranno toccare punte anche prossime se non oltre i 37-38°C

Molto caldo anche a Roma e a Napoli dove i valori diurni toccheranno picchi prossimi ai 35-36°C. Lievemente meno caldo altrove ma con un tipo di clima pessimo sulle pianure del Nord e nelle zone interne della Toscana dove, nonostante le temperature non saranno troppo elevate, ci penserà il fastidiosissimo fenomeno dell‘afa a rendere il caldo a tratti opprimente. 

Condivi queste informazioni con i tuoi amici, potrebbero essergli utili.