Ultime News

Pubblicato il: 22 Marzo 2019 alle 9:10 pm

MINACCIOSO impatto temporalesco con ROVESCI, GRANDINE e un po’ di NEVE

Minaccioso impatto temporalesco. Rovesci, grandine e neve

Vince il centro di calcolo americano?

Torniamo su quello che è ormai l’argomento più seguito e gettonato in questi giorni in ambito meteo. Già da Lunedì, abbiamo cominciato a seguire e a raccontarvi circa la possibilità di una poderosa discesa d’aria gelida direttamente dal Polo. Ebbene, nonostante questa tendenza venga tutt’ora confermata, gli sviluppi sembrano ormai delinearsi a favore dell’ipotesi disegnata dai centri di calcolo americani

A conferma di tale ipotesi, ecco le novità che giungono dalle ultime elaborazioni serali, nelle quali, si evidenzia un più deciso allineamento del centro di calcolo europeo a quello statunitense. Avevamo  previsto nell’aggiornamento di ieri che, tale ipotesi, sarebbe stata la più probabile e così pare confermato

Ma tradotto in soldoni, direte voi, come andranno allora le cose? Non succederà nulla o saremo colpiti da una forte ondata di gelo? Vediamo. 




L’aria fredda arriverà, ma…

Come appena scritto, anche questa sera si conferma una spinta verso nord dell’alta pressione con la conseguente discesa di aria molto fredda dal Polo. Tuttavia, come del resto paventava il centro americano, il suo principale obbiettivo sarà essenzialmente l’area balcanica. Gli effetti sull’Emilia Romagna dunque, saranno sicuramente meno importanti ed evidenti rispetto a quanto ipotizzava invece il centro europeo di Reading

Vediamo più nel dettaglio

Pur rimanendo ancora in un contesto di moderata affidabilità, il meteo sull’Emilia Romagna, comincerà ad accusare gli effetti dell’aria fredda a partire dal tardo pomeriggio/sera di Lunedì 25 Marzo, quando, il rinforzo dei freddi venti di Bora, provocherà una sorta di MINACCIOSO IMPATTO TEMPORALESCO ad iniziare dal basso Veneto ma in rapido movimento verso l’Emilia Romagna, la quale, verrà coinvolta probabilmente in tarda serata, per gran parte della notte, fino alle prime ore di Martedì 26 Marzo

Impatto veloce ma assai MINACCIOSO

Nonostante la fase di maltempo in Emilia Romagna non sarà particolarmente duratura, l’aria fredda che sopraggiungerà con i forti venti di Bora, contrasterà con un territorio comunque già abbastanza caldo per il periodo. L’impatto dell’aria fredda con il caldo preesistente, potrà provocare una maggior energia per lo sviluppo di fenomeni anche di una certa intensità con forti rovesci temporaleschi accompagnati da raffiche di vento e dal tanto temuto fenomeno della grandine.

Da segnalare inoltre che, stante la presenza di aria piuttosto fredda soprattutto in quota, potrà verificarsi qualche nevicata sull’Appennino. Di notte, la neve, potrà cadere ancora a quote alte ma, verso  la mattina di Martedì, anche a quote inferiori ai 1000 metri

Un freddo miglioramento

Nel corso della mattinata di Martedì 26 Marzo, la situazione meteo, andrà rapidamente migliorando ad iniziare dai settori nord della regione, un miglioramento che si estenderà, già da metà giornata, al resto del territorio. Avremo tuttavia un contesto decisamente più freddo e ventilato con temperature massime che potranno calare anche di 6-8°C rispetto al caldo weekend precedente. 

Ci aggiorneremo Amici. 

Stefano Ghetti