Rimini



Rimini Live

InfoClima:

Rimini ha un clima temperato caldo, stabilmente umido, con estate molto calda (classificazione Köppen-Geiger Cfa), con caratteristiche di transizione al clima mediterraneo (Csa). Secondo la classificazione di Rivas-Martínez, rientra nella fascia a clima temperato sub-mediterraneo.
Il clima è mite, a ridotta escursione termica diurna, grazie all’influsso del mare Adriatico, con brezze di mare costanti tra la primavera e l’autunno, e relativamente poco piovoso per la parziale protezione dell’Appennino romagnolo al passaggio delle perturbazioni oceaniche. Rimini presenta le temperature medie autunnali e invernali più alte e le temperature minime medie annuali più alte in Emilia-Romagna.
La temperatura media annuale, per il periodo 1971–2000, è di 13,4 °C; il mese più freddo è gennaio, con una temperatura media di 4,0 °C, quello più caldo è luglio, con una temperatura media di 23,1 °C. La temperatura più alta registrata dalla stazione meteorologica di Rimini-Miramare, situata presso l’aeroporto, è di 38,9 °C (agosto 2000), quella più bassa è di -17,2 °C (gennaio 1985). Le temperature estreme registrate dalla stazione meteorologica di Rimini Lido, interna all’area urbana, sono di 37,9 °C (agosto 1988) e di -10,1 °C (gennaio 1985).
Le precipitazioni sono contenute (655 mm annui) e distribuite regolarmente durante il corso dell’anno, con valori massimi in ottobre (75 mm) e minimi in gennaio e in luglio (42 e 43 mm). In primavera, autunno e inverno le precipitazioni sono portate prevalentemente dal passaggio di perturbazioni oceaniche o dalla formazione di cicloni mediterranei, mentre in estate sono più frequentemente di tipo convettivo, con temporali che giungono sulla costa dall’Appennino o dalla pianura Padana.
L’umidità è molto elevata tutto l’anno, con un minimo del 72% in giugno e in luglio e un massimo dell’84% in novembre e dicembre. I venti prevalenti provengono da O (Ponente), seguiti da quelli da S (Ostro), E (Levante) e NE (Grecale). Il vento da SO, noto come libeccio o garbino, è un vento di caduta appenninico eccezionalmente caldo e secco che precede l’arrivo di depressioni atlantiche, portando temperature molto elevate in ogni stagione. L’insolazione media, per il periodo 1961-1990, è di oltre 2.040 ore di sole all’anno.