Ultime News

Pubblicato il: 12 Febbraio 2019 alle 6:44 am

METEO: calma PIATTA all’orizzonte. Ma non sarà SOLO BEL TEMPO

Situazione generale

Questa mattina, le notizie che arrivano sul fronte meteo, faranno sicuramente felici gli amanti dei tepori primaverili. Viceversa non saranno molto contenti gli amanti del freddo e della neve. Come immagino avrete capito, prendono sempre più forma scenari piuttosto stabili dal punto di vista meteorologico anche se, in questo periodo dell’anno, la quiete atmosferica non è certo esente da problemi. Cerchiamo di capire meglio cosa ci aspetta per i prossimi giorni.

Pressione in aumento

Quando parliamo di calma atmosferica e dunque di tempo buono e stabile, ovviamente dobbiamo parlare anche di alta pressione. Sarà proprio lei, in questo caso quella delle Azzorre, la quale prenderà sempre più coraggio coinvolgendo nei prossimi giorni quasi tutta l’Italia. Diciamo quasi, in quanto, un piccolo corridoio rimarrà aperto a correnti fredde che punteranno verso le aree del medio e basso Adriatico. In Emilia Romagna invece, risentiremo solo di una timida e fresca ventilazione settentrionale.





Tanto sole ma con alcuni problemi

Nonostante la presenza futura di un’area di alta pressione, non dobbiamo dimenticare che siamo ancora nel cuore del mese di Febbraio, un mese considerato ancora prettamente invernale. Se di giorno godremo di un tipo di clima abbastanza gradevole, non sarà così per la notte in quanto le aree di sereno favoriranno una decisa discesa dei termometri i quali saranno ancora  in grado di scendere sotto lo zero nelle aree interne. Detto questo, ecco uno dei classici problemi dovuti proprio al freddo ed al sereno. Le nebbie. Quest’ultime infatti torneranno a presentarsi nottetempo e nelle primissime ore del mattino sui settori di pianura.

Alta pressione e nebbia: torna lo Smog

Un secondo e forse più pericoloso problema dovuto alla calma atmosferica, riguarda la qualità dell’aria la quale, giorno dopo giorno, tornerà a peggiore a causa del ristagno dei gas inquinanti nei bassi strati. Insomma, tornerà alto il livello del Pm10 su molte località di pianura e con tutti gli annessi e connessi. Nei prossimi editoriali entreremo più nel dettaglio e cercheremo di capire soprattutto quanto durerà questa fase di stabilità atmosferica.

Stefano Ghetti