Ultime News

Pubblicato il: 2 Ottobre 2018 alle 8:44 pm

Sta arrivando il VERO AUTUNNO. Sole e clima caldo? Un ricordo. Ecco tutti i dettagli.

Calma atmosferica per altri due o tre giorni. Ma nel weekend tutto SI COMPLICA. E poi? Ecco cosa potrà accadere.

Di Redazione

Non è più l’ora del sole del caldo amici, l’estate è ormai un ricordo e l’autunno spinge forte sull’acceleratore al fine di conquistare definitivamente il nostro Paese. Le prime serie manovre sono già in atto con un insidioso vortice di bassa pressione che si sta posizionando sul basso Tirreno. L’Italia dunque si trova al momento spaccata in due con il nord che godrà di tempo discreto e clima gradevole, mentre al sud, le Isole maggiori e parte del centro, alle prese con un tipo di tempo più instabile e a tratti piovoso.

Sarà una sorta di monologo che si protrarrà fino a venerdì quando la situazione generale entra in una sorta d’indecisione. Da una parte il vortice presente sul basso Tirreno sembra voler risalire verso nord apportando un nuovo moderato peggioramento anche al nord specie sul nord est. Questo movimento verso nord del vortice depressionario è un chiaro segnale che l’alta pressione andrà migrando ulteriormente lontana dall’Italia favorendo l’ulteriore apertura ai freddi flussi nord atlantici che fra domenica e lunedì, potrebbero favorire lo sviluppo di un nuovo vortice di bassa pressione sull’area tirrenica. Tempo che tornerebbe ulteriormente a peggiorare dunque su tutto il nord e su gran parte del centro.

Ovviamente si tratta di una situazione ancora in fase evolutiva dunque necessita di vari aggiornamenti. Tuttavia quel che sembra ormai chiaro è il fatto che le alte pressioni non sono più in grado di garantirci un solido riparo e se anche a fasi alterne potranno comunque proporci qualche pausa di tempo buono, la circolazione generale prende sempre più connotati di stampo puramente autunnale, come del resto è giusto che sia.


 Articoli correlati

MISTERIOSO EVENTO si delinea all’orizzonte. Ecco cosa SUCCEDERA’

2018: l’anno più CALDO dal 1800, ma…