Ultime News

Pubblicato il: 24 Settembre 2018 alle 12:13 pm

ESCLUSIVA PROSSIMI GIORNI: Benvenuta PRIMAVERA. Ma che succede al nostro CLIMA?

Situazione piuttosto strana nei PROSSIMI GIORNI. Benvenuta PRIMAVERA? Ma stiamo scherzando? Ecco cosa succederà.

Di Redazione

Certo che le alte pressioni, in questo periodo, non ne vogliono proprio sapere di abbandonare l’Italia. Prima l’Anticiclone nord africano che ha prorogato l’estate di quasi un mese. Ora una sorta di Anticiclone ibrido che sbilanciandosi troppo verso nord provoca la discesa di aria fredda attesa nel corso della giornata di oggi e domani.

Sarà proprio quest’ultimo ibrido Anticiclone che, se tutto verrà confermato dai centri di calcolo, dominerà lo scenario meteorologico dei prossimi giorni. Anzi, secondo l’autorevole centro di calcolo americano, almeno per una decina di giorni.

Quali conseguenza avrà questo scenario sul nostro clima? Due sarebbe gli aspetti principali. Il primo riguarda le piogge autunnali che, vista la presenza dell’alta pressione, si vedrebbero costrette a rivedere i loro piani di conquista del territorio italiano. Quest’ultime infatti, sarebbero costrette a seguire latitudini decisamente più settentrionali in quanto il centro motore dell’alta pressione si collocherà proprio sulle zone del centro Europa. Con qualche oscillazione, continuerà a favorire spesso l’ingresso di masse d’aria fredda e secca sull’Italia.

Ma c’è anche un secondo aspetto amici che , a dire il vero, potrebbe essere ancora più eclatante.  Se c’è l’alta pressione ci sarà anche il bel tempo. E sarà un bel tempo caratterizzato spesso da aria non troppo umida, anzi a tratti anche secca. Cosa vuol dire? Cieli di sovente molto limpidi e con aria pulita. Risultato? Temperature massime molto gradevoli a tratti anche lievemente caldine per la stagione. Viceversa, la maggior limpidezza dell’aria, favorirà temperature minime sempre abbastanza rigide. Insomma, una specie di primavera per intenderci con valori massimi attorno ai 22-24 gradi e temperature minime piuttosto fresche attorno ai 10-14 a seconda delle zone. Solo le estreme regioni del sud, seppur a fasi alterne, potranno “beneficiare” di alcuni momenti di tempo più instabile dovuti alla possibile formazione di qualche vortice depressionario di passaggio. Uno di questi pare previsto per questo fine settima ma di questo ne riparleremo.

Si profila dunque un altro periodo non proprio consono alla stagione anche se dal punto di vista climatico si starà piuttosto bene. Se poi vogliamo dirla tutta, staremo meglio anche dal punto di vista della qualità dell’aria che, grazie alla ventilazione spesso vivace e all’umidità su valori medio/bassi, si manterrà discretamente salubre.


 Articoli correlati

MISTERIOSO EVENTO si delinea all’orizzonte. Ecco cosa SUCCEDERA’

2018: l’anno più CALDO dal 1800, ma…