Ultime News

Pubblicato il: 18 Settembre 2018 alle 9:16 pm

C’è una STRANA luce in fondo al TUNNEL. Forse è l’AUTUNNO?

autunno

IMPORTANTI manovre sul finire della settimana.  Vediamo quali. 

Di Redazione

Proprio alla vigilia dell’ennesima ripresa dell’estate, ecco che questa sera giungono nuovi indizi su quanto potrà succedere sul finire della settimana. Ma prima di analizzare il medio termine, sarà il caso di concentrarci su quanto succedere nel breve termine.

Le correnti umide atlantiche che hanno interessato soprattutto il centro nord, cominciano a perdere di intensità. L’alta pressione non si farà più di tanto pregare e già da mercoledì tornerà a spingere il suo “nasone” verso nord. Così facendo aprirà la strada ad una nuova parentesi di discreta stabilità e con temperature in generale aumento.

Se tutto verrà confermato, fra giovedì e sabato le temperature torneranno a toccare punte prossime ai 30 gradi ed il caldo tornerà abbastanza importante su tutto il centro nord Italia e il tutto accompagnato dal consueto fenomeno dell’afa. Solo le zone tirreniche del sud e le isole maggiori risentiranno di un vortice di bassa pressione che manterrà condizioni di forte instabilità. Sotto stretta attenzione infatti, saranno la Sicilia e la Sardegna dove una sorta di piccolo ma insidioso vortice mediterraneo potrebbe portare una forte ondata di maltempo con piogge anche piuttosto importanti.

Ed ora veniamo alla notizia sicuramente tanto attesa. Arriverà o no un po’ di Autunno? Pare di si, Anche se la distanza temporale dall’evento ci costringe come sempre a mantenere un atteggiamento fortemente probabilistico. Cosa succederà allora nel corso del fine settimana? Sabato assisteremo ad un rapido avvicinamento di un vortice di bassa pressione in formazione a nord delle Alpi, zone dove proprio nel corso del sabato cominceranno a percepire i primi segnali del possibile cambiamento. Ma sul resto d’italia la situazione meteorologica non cambierà di molto dunque nemmeno dal punto di vista climatico con i valori termici che si manterranno ancora ben al di sopra della media.

Domenica invece potrebbe essere la tanto attesa giornata della svolta. Il prima citato vortice depressionario si muoverà ancora più a sud cominciando ad inviare masse d’aria decisamente più fredde ed instabili accompagnate da qualche forte temporale ad iniziare dal nord Italia dove nel giro di poche ore la situazione climatica potrebbe subire un vero e proprio rovesciamento di fronte.

Lunedì la depressione si muoverà rapidamente versoi Balcani lasciando spazio aperto ad una temporanea rimonta dell’alta pressione ma che si sbilancerà troppo verso nord facendo così attivare ulteriormente la discesa di altra aria fredda sul nostro Paese. Inutile tuttavia entrare troppo nel dettaglio previsionale in quanto ci sarà ancora spazio per alcuni aggiustamenti. E speriamo solo quelli.

L’unica certezza sarà quella del fresco. Un bel fresco Amici, grazie ad un importante ricambio dell’aria che ci farà finalmente respirare aria meno umida e soprattutto più fresca e salubre. Fermiamoci qui dunque in attesa di ulteriori conferme dai centri di calcolo.


 Articoli correlati

MISTERIOSO EVENTO si delinea all’orizzonte. Ecco cosa SUCCEDERA’

2018: l’anno più CALDO dal 1800, ma…