Ultime News

Pubblicato il: 7 Marzo 2020 alle 7:51 am

CORONAVIRUS: il CALDO potrebbe aiutarci, ma quando arriverà? Ecco i possibili scenari

In questi giorni di grande caos a livello mondiale, molti di noi si chiedono se l’aumento delle temperature e l’arrivo dei primi caldi potranno aiutarci a fermare la diffusione del CORONAVIRUS.

Una grossa fetta del mondo della medicina continua a paragonare questo nuovo virus ad una forma influenzale simile a quella che ogni anno dispensa comunque contagi e parecchi morti.

Gioco forza, se davvero così fosse, con l’arrivo dei primi caldi dovrebbe allora cominciare gradualmente a scemare il numero dei contagi e dei malati, come avviene proprio per la nostra normale influenza.

Siamo tuttavia dinnanzi ad una forma virale sconosciuta e a tutt’oggi nessuno è in grado di poter confermare l’ipotesi che i primi caldi possano attivare l’attesa e decisa inversione di tendenza tra i contagi e le guarigioni.

Non resta altro che attendere l’arrivo del caldo per vedere quali saranno gli eventuali effetti.

Ma quando cominceremo dunque a registrare temperature consone ad una possibile svolta? Vediamo.





Considerando che siamo ancora all'interno della prima decade di Marzo non possiamo ancora attenderci temperature tipicamente estive. Nonostante ciò un primo seppur breve picco di caldo relativo è atteso nel corso della nuova settimana quando tra martedì e mercoledì una maggior ingerenza dell'alta pressione porterà una fase meteo più stabile e temperature in deciso aumento con valori anche superiori ai 21-22°C al Sud e sulle Isole Maggiori.

Farà dunque caldino anche se resteremo comunque lontano dalle presunte temperature di 27-28°C necessarie a creare possibili problemi ai virus.

Inoltre questa fase primaverile sembra destinata a non durare in quanto già da venerdì/sabato una perturbazione tornerà a visitare l'Italia a partire dal Nord per poi dilagare nelle successive 24-48 ore anche sul resto del Paese. Il tutto si tradurrà non solo in un peggioramento meteo ma anche in un nuovo calo termico.



In seguito purtroppo, non si intravede ancora l'arrivo di una situazione che possa portare il clima a raggiungere un contesto tardo primaverile, di conseguenza le temperature potrebbero ancora rimanere ben sotto i valori sperati.

Di Stefano Ghetti
metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Commenta per primo on "CORONAVIRUS: il CALDO potrebbe aiutarci, ma quando arriverà? Ecco i possibili scenari"

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.


*