Ultime News

Pubblicato il: 12 Settembre 2018 alle 1:37 pm

IL CALDO BARCOLLA, MA… non molla.

Qualche TEMPORALE all’orizzonte e un MODERATO calo delle temperature. 

Di Redazione

Fa caldo Amici, fa troppo caldo. A peggiorare le cose ci si mette anche l’umidità che in queste ultime ore sta via via sempre più aumentando. Complice la caratteristica del tipo di anticiclone che ci interessa, quello africano, ma complice anche l’arrivo di masse d’aria più umida che annunciano un probabile cambiamento.

Come già scritto in precedenti editoriali, la situazione meteorologica potrebbe subire un peggioramento a partire dalla giornata di domani, peggioramento che dovrebbe in parte condizionare il tempo anche per le giornate di Venerdì e parte di Sabato. Ci teniamo tuttavia a rimarcare il fatto che si tratta di un peggioramento poco incisivo, poco convinto e non certo risolutivo dal punto di vista del caldo.

Si è vero, da domani non avremo più cieli puliti come in questi ultimi giorni e ci sarà anche la possibilità di registrare qualche pioggia qua e la e anche qualche rovescio temporalesco. Il contesto d’incertezza che ci attende, sarà comunque alla base di una moderata diminuzione delle temperature massime. Ma come abbiamo detto non sarà una fase di maltempo incisivo in grado di rimescolare a dovere l’aria e farci tornare ad un tipo di clima più vivibile per la stagione. Anzi, le cose potrebbero anche peggiorare dal punto di vista climatico in quanto gli eventuali fenomeni non faranno altro che far lievitare ulteriormente il tasso di umidità. E si rischia di soffrire anche un po’ di notte a causa della maggior copertura nuvolosa che potrebbe provocare un aumento dei valori notturni.

Nulla da fare dunque sul fronte caldo anche perché, dopo questa fase di tempo incerto, l’alta pressione pare riesca a ritrovare quel poco di energia persa in questo suo momento di distrazione. In soldoni? Torneremo a vivere giornate piatte, calde, umide e soleggiate come fossimo in pieno Luglio.

E’ormai evidente come tanta è stata la fatica impiegata dall’estate per affermarsi sull’Italia e tanta sarà quella che dovrà impiegare l’Autunno per cominciare a far sentire la sua seria influenza sul nostro Paese. Per ora risultano inutili i tentativi del Ciclone d’Islanda di inviare perturbazioni ancora costrette a seguire latitudini decisamente più settentrionali. L’alta pressione è ancora troppo forte e non si lascia certo intimorire da un flusso nord atlantico ancora poco convinto.

Con un semplice Click puoi condividere questo articolo sulla tua bacheca di FaceBook. Grazie di cuore.

 Articoli correlati

L’ESTATE non si ferma più. PREOCCUPANTI segnali dal futuro.

Brrrr… fa daverro freddino in queste ore. Perchè

FORTI ESCURSIONI TERMICHE : Volano in su le temperature. Ecco perchè