Ultime News

Pubblicato il: 10 Luglio 2020 alle 9:31 am

Meteo EMILIA ROMAGNA: VENERDI’ nel disagio BIO-CLIMATICO, TEMPERATURE e AFA alle stelle, ma c’è una DATA di FINE

Venerdì 10 Luglio 2020 ore 09:30

La Val Padana è da sempre una delle aree dove si soffre di più il caldo estivo e non tanto per i picchi di temperatura ma soprattutto per quelli legati all’alto tasso di umidità.
Gli anticicloni, soprattutto quelli africani infatti, dopo alcuni giorni di permanenza, provocano un inevitabile ristagno dell’aria nei bassi strati con il conseguente aumento dell’umidità e del fenomeno dell’afa. Insomma, è proprio il caso di dire che dopo un po’ l’ospite puzza!

Prepariamoci dunque a vivere un Venerdì contrassegnato dal disagio bio-climatico in quanto caldo e afa saliranno alle stelle avvolgendo gran parte dell’Emilia Romagna specie le aree più interne.

I picchi di temperatura più elevati sono previsti sul comparto emiliano dove si toccheranno punte prossime ai 35-36°C come a Parma e Reggio Emilia e dove l’indice di disagio bio-climatico si eleverà ulteriormente rispetto alle precedenti 24 ore.

Caldo afoso comunque anche sul resto della Regione e persino lungo le coste la situazione risulterà abbastanza pesante nonostante le temperature non toccheranno ovviamente i picchi dell’interno.

Ma c’è una data di fine a questa nuova parentesi di caldo afoso? La risposta è affermativa e la ragione va ricercata nell’arrivo di venti freschi nord-orientali che già tra il tardo pomeriggio e la sera di Sabato faranno aumentare il rischio di temporali su molte zone dell’Emilia e in seguito anche sulla Romagna.

Ma la data ufficiale dove si attenuerà la grande calura è prevista per Domenica 12 quando venti freschi e più asciutti di Bora dilagheranno in forma più evidente portando così ad una diminuzione dei termometri e soprattutto ad un netto miglioramento della qualità dell’aria.

Lascia un commento…



Di Stefano Ghetti
metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook