Ultime News

Pubblicato il: 18 Luglio 2019 alle 8:27 am

Meteo Flash News: imminente ondata di Caldo Africano. Aggiornamenti su Intensità, Regioni coinvolte e Durata.


Si conferma l’arrivo di una nuova ondata di caldo africano. Analizziamo nel dettaglio i nuovi aggiornamenti sull’intensità, le Regioni coinvolte e la durata.

Comincia a delinearsi una maggior coerenza tra i due principali centro di calcolo in merito ad un imminente ondata di caldo africano che presto potrà interessare il nostro Paese.

Fino a ieri i due principali simulatori dell’atmosfera faticavano a trovare un accordo sulla dinamica ma soprattutto sull’intensità e la durata di questa ormai certa ondata di caldo. Il centro di calcolo americano vedeva un’evoluzione più breve e meno intensa, mentre quello europeo mostrava toni decisamente più preoccupanti specialmente dal punto di vista dell’intensità

Ebbene, ad oggi, ecco che i centri di calcolo si sono uniti verso una comunque linea di tendenza che confermerebbe l’arrivo del caldo africano ma con aspetti meno importanti sia sotto il profilo dell’intensità ma anche da quello della durata.

Insomma, tutto sommato ci sono buone notizie, in quanto, seppur confermato l’arrivo del caldo africano,  non saremo probabilmente costretti a vedere valori eccezionali come nel mese di Giugno e soprattutto la “sofferenza da caldo” non sarà di lunga durata.
Ma vediamo più nel dettaglio.


Possibile distribuzione del Caldo da Martedì 23 Luglio

I primi segnali di un deciso riscaldamento li avremo già da Domenica quando le temperature saliranno soprattutto al Nord Ovest e sulle Regioni Tirreniche. Moderato aumento anche sul resto del Paese.

Occhi puntanti invece nel periodo compreso tra Lunedì 22 e Giovedì 25. Sarà questo il frangente dove il caldo africano colpirà più direttamente l’Italia con temperature anche di 36-37 gradi su molti tratti del Centro Nord e della Sardegna. Farà un po’ meno caldo invece al Sud e sulla Sicilia.


 

Da Venerdì 26 invece, ecco che dal nord Atlantico si avvicineranno masse d’aria meno calde e moderatamente più instabili, le quali, cominceranno a spingere nuovamente verso sud il grande caldo africano provocando di conseguenza un rinnovato e provvidenziale calo termico ad iniziare dalle Regioni settentrionali. 

Attendiamo comunque ulteriori aggiornamenti in merito.

metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti