Ultime News

Pubblicato il: 12 Agosto 2019 alle 9:59 am

Meteo: il Fresco arriverà, ma prima la pagheremo cara. Ecco perché.


L’anticiclone africano sta perdendo di energia e questa è sicuramente una buona notizia sul fronte climatico. Nei prossimi giorni infatti, il fresco arriverà ad iniziare dal Nord Italia per poi dilagare anche sul resto del Paese. Tuttavia, prima dell’arrivo di questo tanto atteso cambio della circolazione, la pagheremo cara. Ecco perché.


Afa alle stelle

Proprio il cedimento della struttura anticiclonica, sta già favorendo l’ingresso di masse d’aria molto umida verso le regioni del Nord Italia dove scorrono da sud ovest verso nord est nubi irregolari capaci di provocare qualche debole piovasco. L’ulteriore aumento del tasso di umidità unito però ad una persistente calura, porterà ad un ulteriore peggioramento della qualità dell’aria. Insomma, nonostante siano ben evidenti i segnali di un prossimo cambiamento, quella di lunedì sarà probabilmente la giornata dove si soffrirà di più sul fronte climatico.


Attenzione ai minacciosi temporali

Ma un altro aspetto negativo sarà dovuto anche al rischio di intensi e minacciosi temporali che, sempre nel corso del lunedì, potranno colpire molte aree dei rilievi alpini e prealpini con occasionali sconfinamenti verso le pianure adiacenti del Piemonte, della Lombardia e dell’alto Veneto.

I temporali potranno essere accompagnati da forti rovesci, grandinate ed intense raffiche di vento. A tal proposito segnaliamo che la Protezione civile ha emesso per la giornata di lunedì 12 Agosto un’allerta arancione per rischio forti temporali sulle zone alpine occidentali della Lombardia e un’allerta gialla su Valle d’Aosta, parte di Piemonte, Lombardia e Veneto. Per Vostra informazione, il bollettino di allerta è consultabile all’interno del sito del Dipartimento della protezione Civile.

metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti