Ultime News

Pubblicato il: 20 Agosto 2019 alle 6:29 am

Meteo: la Protezione Civile proroga ed estende l’Allerta Gialla. Torna l’Incubo della Grandine


Avatar

Stefano Ghetti


Quando si sente parlare di temporali, le nostre preoccupazioni si concentrano  sugli aspetti negativi che tali fenomeni, sempre più spesso, li caratterizzano. Oltre ai forti rovesci, alle intense raffiche di vento e agli improvvisi nubifragi, uno dei fenomeni presenti nei nostri incubi è quello della grandine. Anch’esso è divenuto sempre più frequente ma soprattutto più devastante. 


Purtroppo, l’incubo della grandine, sarà destinato ad elevarsi già dalle prossime ore in quanto il meteo potrà sicuramente riservarci l’ennesima fase temporalesca ad appannaggio soprattutto dei rilievi del Nord ma con qualche improvviso e locale sconfinamento verso le aree pianeggianti.


Sulla base delle previsioni disponibili, la Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA sulle seguenti regioni:
Lombardia: Laghi e Prealpi orientali, Alta Valtellina, Valchiavenna, Media-bassa Valtellina, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica.
Piemonte: Toce, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Pianura settentrionale, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Pianura Torinese e Colline.
Valle d’Aosta: Dorsale settentrionale e nord-occidentale, Valgrisenche e Valdigne, Valle di Cogne, Valsavarenche e Valle di Rhemes.

ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA:
Lombardia: Valchiavenna, Lario e Prealpi occidentali

Si ricorda che Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile.

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di Protezione Civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti