Ultime News

Pubblicato il: 5 Settembre 2019 alle 6:23 am

Meteo PROSSIMI GIORNI: Fuori Felpe ed Ombrelli, il Tempo peggiora e farà ancora più Fresco. I dettagli


Avatar

Stefano Ghetti


Già in queste ultime 48 ore il clima ha fatto registrare un discreto cambiamento. Le temperature hanno perso qualche grado ed è migliorata decisamente la qualità dell’aria. Ci siamo infatti liberati da quella coltre umida ed afosa che da settimane e settimane avvolgeva gran parte del nostro Paese. Ma anche l’atmosfera ha comunque perso notevolmente della sua stabilità e le ingerenze temporalesche hanno fatto la loro prima insistente comparsa su molte zone del Paese.

Cambia dunque lo scenario meteo climatico e i primi segnali d’Autunno sono già ben evidenti a conferma che le cose andranno ulteriormente cambiando. Prepariamoci dunque ad un meteo che peggiora e ad un clima  ancora più fresco. Fuori felpe ed ombrelli dunque perché l’Autunno farà la voce grossa. Vediamo più nel dettaglio


Fino alla prima parte di giovedì potremo ancora godere parzialmente della tregua avutasi in queste ultima 24 ore. Tuttavia residui ed ostinati rovesci temporaleschi si attarderanno sulle estreme regioni meridionali soprattutto fra la Sicilia e la Calabria ionica.

Attenzione invece tra il tardo pomeriggio e la sera quando il meteo tornerà gradualmente a peggiorare ad iniziare dalle regioni del Nord Ovest. Arriva un nuovo impulso d’aria fredda dal nord Europa e si andrà così a formare un insidioso vortice ciclonica sul mare di Liguria.

Sarà il preludio ad un deciso peggioramento che si attiverà soprattutto su venerdì. Piogge forti, temporali, qualche grandinata e temperature in deciso calo saranno gli aspetti salienti del quadro meteorologico sul Nord del Paese. Nel corso del pomeriggio saranno coinvolte da questo nuovo peggioramento anche la Toscana, l’Umbria settentrionale e le Marche.

Sabato il maltempo si sposterà gradualmente verso levante mantenendo una moderata instabilità ad appannaggio del Nord Est e dei rilievi del Centro Sud.

Domenica invece, ecco che arriva una più decisa irruzione d’aria fredda che provocherà la formazione di un ennesimo e più intenso vortice ciclonico sul mar ligure. Già dal mattino il giorno di festa sarà “funestato” da forti rovesci, nubifragi ed intensi temporali che colpiranno in particolare l’area più settentrionale della Val Padana ed ovviamente tutto il comparto alpino e prealpino.

Tra il pomeriggio e la sera la situazione andrà  migliorando sul Nord Ovest mentre peggiorerà ulteriormente al Nord Est. Domenica sera potrebbe verificarsi una fase di inteso maltempo sulle zone del Triveneto con rischi alluvionali tra l’alto Veneto ed il Friuli Venezia Giulia. Situazione dunque da tenere altamente monitorata.

Sempre nel corso della domenica, la decisa diminuzione delle temperature potrebbe portare le prime importanti nevicate sui rilievi alpini a quote prossime ai 2000 mt. Sull’area delle Dolomiti si avranno con tutta probabilità abbondanti quantitativi di neve fresca.

Sul resto del Paese questo forte peggioramento non darà particolari effetti salvo qualche temporale di passaggio sulla Toscana e sui settori nord del Lazio.

Il quadro meteorologico generale tornerà gradualmente a migliorare nel corso di Lunedì ma senza grosse garanzie di un ritorno alla stabilità. Pare infatti confermato un nuovo possibile peggioramento tra martedì e mercoledì. Ma di questo ce ne occuperemo più avanti. 

metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti