Ultime News

Pubblicato il: 19 Agosto 2019 alle 8:40 pm

Meteo: Settimana Convulsa tra Caldo Africano, Furiosi Temporali, grandinate e stati di allerta. Vediamo.


Avatar

Stefano Ghetti


Stiamo entrando nella fase clou di questa ennesima ondata di caldo africano. Le temperature stanno per toccare valori massimi prossimi ai 38°C su alcune zone del Centro Sud in particolare su Sardegna, Sicilia e Puglia. Il caldo si farà sentire comunque anche sul resto del Paese seppur in forma più attenuata al Nord.

Dopo questa ennesima fase bollente e anche piuttosto afosa, proprio tra martedì e mercoledì, l’anticiclone nord africano comincerà a dare segnali di cedimento a partire dalle regioni settentrionali. In questo frangente aumenterà l’ingerenza temporalesca sui monti e localmente sulla Val Padana specie su pianure del Piemonte, della Lombardia, dell’Emilia e del Veneto. I fenomeni temporaleschi potranno essere accompagnati  da grandinate e forti raffiche di vento. Si attenua il caldo in particolare nelle aree raggiunte dai temporali.


Sulla base dei fenomeni previsti la Protezione Civile ha prorogato ed esteso ad altre regioni l‘allerta Gialla già emessa per lunedì 19.

Sul bollettino di Allerta si legge quanto segue :
Per la giornata di Martedì 20 agosto 2019, ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA sulle seguenti regioni:
Lombardia: Laghi e Prealpi orientali, Alta Valtellina, Valchiavenna, Media-bassa Valtellina, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica.
Piemonte: Toce, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Pianura settentrionale, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Pianura Torinese e Colline.
Valle d’Aosta: Dorsale settentrionale e nord-occidentale, Valgrisenche e Valdigne, Valle di Cogne, Valsavarenche e Valle di Rhemes
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA:
Lombardia: Valchiavenna, Lario e Prealpi occidentali



Proseguendo il nostro viaggio sul meteo di questa settimana convulsa, notiamo come tra mercoledì e giovedì l’alta pressione africana accuserà un ulteriore perdita di energia al Nord ma anche su alcuni tratti del Centro. Si manterrà elevata l’influenza temporalesca su Alpi e Prealpi ma ancora in possibile sconfinamento verso la Pianura Padano-veneta. Nelle ore più calde qualche temporale potrà scoppiare altresì sulla dorsale appenninica toscana, ed umbro marchigiana. Calano ulteriormente le temperature al Nord e su parte del Centro.

In seguito, da venerdì, ecco che l’anticiclone sub tropicale scenderà ulteriormente di latitudine raggiungendo le sue terre di origine e liberando dal caldo intenso ed afoso anche il resto del Centro e il Sud. Nel contempo continuerà ad affluire aria relativamente instabile unita però ad un ritorno dell’anticiclone delle Azzorre.

Così facendo, da venerdì e nel corso del successivo weekend, avremo condizioni di moderata variabilità su gran parte del Paese con il rischio di qualche temporale pomeridiano più probabile a ridosso dei monti, da nord a sud.  Le temperature torneranno lievemente ad aumentare senza tuttavia raggiungere i picchi elevati di questi giorni ma soprattutto senza eccessi e con una qualità dell’aria sicuramente meno afosa ed opprimente.

metti mi piace alla nostra Pagina FaceBook

Di Stefano Ghetti