Ultime News

Pubblicato il: 20 Settembre 2018 alle 10:53 am

RIKY IN AZIONE SULL’ ITALIA: Ecco la SITUAZIONE in tempo reale e l’evoluzione

Ecco la situazione in tempo reale del nostro piccolo uragano Riky e come evolverà nelle prossime ore. 

Di Redazione

Sempre prezioso il nostro satellite amico e controllore dell’atmosfera, che dalla sua elevatissima altezza di 36000 km dalla terra ci invia la consueta immagine del nostro pianeta.

In queste, per poter trovare qualcosa di molto interessante, non c’è bisogno di allungare il nostro sguardo fuori dall’Italia. E’ tutto qui infatti quello che ci interessa. E la prima situazione che attira la nostra attenzione, è il previsto ciclone mediterraneo, o piccolo uragano Riky,  attualmente posizionato a est della Sardegna. Come un classico mulinello, ruota in senso orario carico di nubi che già in queste ore stano provocando frequento ed abbondanti piogge e parecchi temporali.

Ma quali sono le zone maggiormente colpite e quali saranno quelle a maggior rischio nelle prossime ore? Per darci una risposta più chiara ci viene in aiuto l’immagine radar che mi mostra chiaramente le zone dove sono in atto le precipitazioni.
Le zone più attive in queste ore sono in mare aperto. Ad esempio a est delle coste della Sardegna nel tratto di mare che divide l’Isola dalle coste tirreniche. Altre piogge importanti si notano sempre sui tratti di mare a est della Puglia garganica e dell’Abruzzo.

In terra ferma invece, qualche pioggia e alcuni temporali sono in atto sulle coste nord orientali della Sardegna, le coste del Lazio e nel nord della Campania.

Nelle prossime ore il centro motore della profonda bassa pressione si muoverà lentamente verso il sud della Sardegna. Un movimento che non allontanerà più di tanto il centro motore dalla posizione attuale, gioco forza saranno ancora le stesse zone ad essere ancora a rischio di forti piogge ed intensi temporali.

In sintesi ci si attende ancora maltempo sui settori orientali e meridionali della Sardegna, Sicilia centro settentrionale e a seguire sui monti della Calabria, Basilicata, Molise, Puglia garganica, Molise fino al sud delle Marche e della Toscana. Coinvolti anche il Lazio e la Campania in particolare le aree tirreniche.


 Articoli correlati

MISTERIOSO EVENTO si delinea all’orizzonte. Ecco cosa SUCCEDERA’

2018: l’anno più CALDO dal 1800, ma…